Bando 2014 del Concorso FICLU “La Fabbrica nel Paesaggio” 

La Federazione Italiana Club e Centri UNESCO 

Nella consapevolezza che il paesaggio coopera all’elaborazione delle culture locali e rappresenta una componente fondamentale del patrimonio culturale e naturale, contribuendo al benessere e alla soddisfazione degli esseri umani e al consolidamento dell’identità nazionale;

Osservando che le evoluzioni delle tecniche di produzione e di pianificazione territoriale e, più generalmente, che i cambiamenti economici mondiali continuano ad accelerare la trasformazione del paesaggio;

Considerando che lo sviluppo sostenibile è fondato sul rapporto equilibrato tra i bisogni sociali, l’attività economica e l’ambiente;

Nella convinzione che l’applicazione degli ideali UNESCANI e la diffusione della cultura del territorio e del paesaggio nell’accezione definita dalla Convenzione Europea del Paesaggio ratificata dallo Stato Italiano con legge n. 14 del 9 gennaio 2006, contribuiscano a una nuova etica comportamentale rispettosa dell’ambiente di vita individuale e sociale;

bandisce l’Edizione 2014 del Concorso 

“LA FABBRICA NEL PAESAGGIO” 

ideato e promosso dal Club Foligno e Valle del Clitunno 

Art. 1 Il Concorso è rivolto a imprenditori, amministrazioni e istituzioni che hanno attivato iniziative e progetti dimostrando una particolare sensibilità nei confronti del Paesaggio.

Art. 2 Il Concorso si articola nelle seguenti due sezioni:

1^ Sezione riservata a imprenditori privati che abbiano realizzato o ristrutturato la sede della propria attività;

2^ Sezione riservata a amministrazioni e istituzioni che abbiano promosso e attuato iniziative di utilità pubblica e sociale nel campo della pianificazione e gestione del territorio

Ogni Club regolarmente iscritto alla FICLU, interessato a partecipare al Premio, è invitato a candidare un’iniziativa nell’area territoriale di appartenenza, rispondente ai requisiti di cui al successivo art.9. e specificando la sezione di appartenenza (1^ o 2^). 

Art. 3 Ogni Club può presentare una sola candidatura.

Art. 4 Affinché la candidatura sia accettata, il Club proponente dovrà fornire:

a) i dati completi del soggetto proposto(imprenditore,amministrazione o istituzione,altro) specificandone il nominativo, il recapito, il numero telefonico, l’indirizzo e-mail, l’eventuale sito web, etc.);

b) l’intestazione, le caratteristiche dell’attività e l’indirizzo della “Fabbrica”;

c) la motivazione della candidatura, sottoscritta dal presidente del club proponente (redatta su un massimo di n. 1 foglio formato A4);

d) una relazione illustrante le peculiarità della “Fabbrica”, completa delle informazioni afferenti ai criteri di valutazione di cui al successivo Art. 9 (redatta su un massimo di n. 4 fogli formato A4); 2

e) n. 6 fotografie della “Fabbrica”, di cui n. 4 degli esterni e del suo inserimento nel paesaggio, n. 2 degli interni (in formato jpg – 300 dpi);

f) la dichiarazione di cui all’allegato “A”, debitamente sottoscritta.

Art. 5 Le candidature proposte dai Club, per essere iscritte al Concorso, dovranno pervenire alla Segreteria del Premio esclusivamente tramite posta elettronica all’indirizzo: lafabbricanelpaesaggio@gmail.com entro il termine stabilito dal Art.6.

Art. 6 Le candidature, complete della documentazione prevista, dovranno essere inoltrate alla Segreteria del Premio entro e non oltre il 31 luglio 2014.

Art. 7 Il rispetto delle prescrizioni e gli adempimenti di cui sopra costituiranno condizione essenziale e vincolante ai fini dell’ammissione delle candidature al Concorso.

Art. 8 Ai fini della valutazione delle candidature verrà istituita una commissione nominata all’uopo dal Consiglio Direttivo Nazionale della FICLU, la cui composizione sarà resa nota il giorno della premiazione ed il cui operato è da ritenersi, fin d’ora, insindacabile ed inappellabile.

Art. 9 La Commissione opererà applicando i sotto elencati criteri di valutazione ispirati alla Convenzione Europea del Paesaggio firmata dal Consiglio d’Europa, a Firenze, in data 20 ottobre 2000:

Criterio 1 Qualità dell’intervento rapportata al suo inserimento nel paesaggio naturale, storico e culturale (rispetto delle vocazioni territoriali, del patrimonio storico e culturale e delle conoscenze tradizionali locali); 

Criterio 2 Riconoscimenti e menzioni che dichiarino il valore esemplare di buona pratica a cui gli altri soggetti potranno ispirarsi (certificazioni di qualità, giudizi e segnalazioni, sistemi di controllo di gestione e “customer satisfaction”); 

Criterio 3 Rispetto del tema del Bando (valutazione dei materiali e delle tecnologie utilizzate, dell’impatto ambientale e del consumo di suolo dell’impronta ecologica in termini di riuso, riciclo e recupero); 

Criterio 4 Sviluppo durevole del territorio (valutazione della politica di sviluppo sostenibile perseguita, del livello di partecipazione attiva dei cittadini, dell’integrazione nell’organizzazione del territorio di appartenenza, delle qualità ambientali, sociali, economiche, culturali e formali sostenibili, del contributo alla valorizzazione e all’arricchimento del paesaggio). 

Art. 10 La Commissione a conclusione dell’attività valutativa proporrà due vincitori, uno per ciascuna Sezione del Concorso.

Art. 11 I premiandi verranno tempestivamente informati dalla Segreteria del Concorso e saranno tenuti a confermare la loro presenza. I due premi dovranno essere ritirati dai diretti interessati, pena la decadenza di ogni loro diritto che passerà a quelli immediatamente successivi nella graduatoria di merito.

Art. 12 La proclamazione dei due vincitori avverrà in occasione di un’apposita cerimonia di premiazione organizzata a Foligno (PG) presso la Sala Rossa di Palazzo Trinci in data 25 ottobre 2014. Ai due vincitori verrà consegnata la pregevole scultura “simbolo” del Premio dovuta all’artista Sergio Marini.

10 maggio 2014

 

 

DICHIARAZIONE 

(da allegare alla proposta di candidatura) 

Ai fini della partecipazione all’Edizione 2014 del Concorso FICLU “La Fabbrica nel Paesaggio” dichiariamo:

a) di accettare tutte le norme previste dal regolamento;

b) di autorizzare la divulgazione della documentazione trasmessa ai fini sia dell’espletamento delle procedure concorsuali che del suo utilizzo nelle presentazioni e nelle illustrazioni celebrative organizzate nel contesto dell’evento di cui trattasi;

c) di autorizzare gli organizzatori del Concorso a trattenere il materiale trasmesso depositandolo presso l’Archivio del Premio appositamente costituito per raccogliere l’intero materiale documentale pervenuto

d) di rispettare l’operato della Commissione di Valutazione accettandone fin d’ora l’insindacabilità e l’inappellabilità;

e) di impegnarci a specificare in ogni occasione, anche futura, che la partecipazione di cui trattasi è promossa dalla FICLU e che soltanto ad essa va ricondotta l’assegnazione di ogni eventuale riconoscimento, evitando in ogni modo di ingenerare percezioni errate quanto non autorizzate dell’acronimo UNESCO.

Si approva specificatamente la clausola di cui alla lettera d).

In fede Per il Club o Centro proponente  Per l’Imprenditore 
Il Presidente  Ruolo o posizione:
Firma: Firma:
Luogo: Luogo:
Data: Data: